Valutazione previsionale impatto acustico: i soggetti interessati


Al riguardo, l'art. 8 della Legge 26 ottobre 1995, n. 447 recante “Legge quadro sull’inquinamento acustico” prevede che nell'ambito delle procedure stabilite per i progetti sottoposti a valutazione di impatto ambientale (V.I.A.), ovvero su richiesta dei comuni, i competenti soggetti titolari dei progetti o delle opere predispongano una documentazione di impatto acustico relativa alla realizzazione, alla modifica o al potenziamento delle seguenti opere:

• strade di tipo A (autostrade), B (strade extraurbane principali), C (strade extraurbane secondarie), D (strade urbane di scorrimento), E (strade urbane di quartiere) e F (strade locali), secondo la classificazione di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni;

• circoli privati o pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi;

• impianti sportivi e ricreativi;

• discoteche;

• aeroporti, aviosuperfici, eliporti;

• ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia.

Ai sensi dell'articolo 2, comma 6 della menzionata Legge quadro, la documentazione di valutazione dell'impatto acustico deve essere redatta da un tecnico competente in acustica, come i professionisti che prestano servizio presso l’azienda VIELLE Acustica di Busto Arsizio, in provincia di Varese. VIELLE Acustica è in grado di effettuare valutazioni previsionali di impatto acustico in provincia di Milano, Monza e Brianza (Monza, Vimercate, Seregno, Lissone, Varedo, Desio, Lentate sul Seveso, Meda, Nova Milanese, Cesano Maderno, Limbiate, Bovisio-Masciago, Agrate Brianza, Villasanta, Concorezzo, Arcore, Brugherio, Besana in Brianza, Biassono, Seveso, Carate Brianza, Cornate d'Adda, Bernareggio, Giussano, Muggiò, Usmate Velate), Varese (Busto Arsizio, Varese, Gallarate, Saronno, Caronno Pertusella, Cardano al Campo, Vergiate, Gorla Minore, Castiglione Olona, Cairate, Origgio, Vedano Olona, Olgiate Olona, Fagnano Olona, Sesto Calende, Marnate, Venegono Superiore, Luino, Castellanza, Uboldo, Induno Olona, Gerenzano, Cislago, Lonate Pozzolo, Arcisate, Gavirate, Besozzo, Laveno-Mombello, Cassano Magnago, Tradate, Somma Lombardo, Malnate, Samarate).

In relazione a quanto sopra esposto in merito alla valutazione previsionale dell’impatto acustico, la citata documentazione dovrebbe contenere almeno le informazioni di seguito elencate:

• caratteristiche generali delle sorgenti sonore e descrizione dei luoghi;

• indicazione della tipologia d'attività (settore chimico, tessile, ecc.);

• indicazione delle zone del Piano Regolatore Generale a cui appartengono l’area sulla quale insiste l’impianto e le aree contigue;

• una o più planimetrie orientate in scala dei luoghi interessati dal rumore emesso dall’impianto per una fascia di territorio sufficiente ad individuare i possibili edifici disturbati;

• cartografia corredata dalla classificazione acustica del territorio, qualora adottata dal Comune;

• descrizione dei cicli tecnologici e delle apparecchiature con riferimento alle sorgenti di rumore presenti.

• descrizione delle caratteristiche temporali di funzionamento diurno e/o notturno specificando la durata e il tipo di funzionamento (continuo, periodico, discontinuo, ecc.), e l’eventuale contemporaneità di esercizio delle diverse sorgenti che hanno emissioni nell’ambiente esterno;

• specificazione della durata totale di attività o funzionamento per rumori a tempo parziale durante il periodo diurno.

 

Ai fini dell'esecuzione di una corretta valutazione previsionale di impatto acustico, e dunque per non incorrere in problemi in un momento successivo, quando l’attività è ormai in fase di esercizio, è bene non trascurare alcuno dei punti sopra descritti, e rivolgersi sempre e solo a professionisti del settore per l’ottenimento di valutazioni di impatto acustico complete e attendibili.

Infatti, la legge quadro sull’inquinamento acustico n.447/95 è molto esplicita nel richiedere valutazioni previsionali di impatto acustico per la realizzazione, la modifica o il potenziamento di attività commerciali, industriali e ricreative, e per qualsiasi attività potenzialmente rumorosa, all'aperto o al chiuso, anche se temporanea. Attualmente, anche in virtù della maggiore importanza che ha assunto il tema dell’inquinamento acustico nel dibattito attuale, e specialmente in merito alla vivibilità delle città e centri storici, la valutazione previsionale di impatto acustico viene richiesta anche ad attività come locali pubblici, bar e ristoranti.

In alcuni casi e in alcuni comuni viene ammessa anche una sorta di autocertificazione, che deve comunque essere controfirmata da un tecnico competente. Nella maggior parte dei casi è però sempre necessario richiedere l’intervento di un tecnico specializzato in bonifiche acustiche, zonizzazione acustica e valutazione di impatto acustico, come quelli che costituiscono lo staff della VIELLE Acustica di Busto Arsizio, attivi in provincia di Milano, Monza e Brianza e Varese.

La valutazione previsionale di impatto acustico può essere effettuata applicando modelli numerici di calcolo, e deve necessariamente concludersi con il rilascio, da parte del tecnico specializzato al titolare dell’attività, di una relazione in duplice copia, contenente tutte le misure necessarie a contenere il livello di rumore entro i valori previsti dal Comune nel piano di zonizzazione acustica, o comunque ammessi dalla legge, qualora dallo studio di impatto si evinca la possibilità che l’attività genererà rumore oltre la soglia consentita.

In altre parole, la relazione rilasciata all’attività in seguito alla valutazione previsionale di impatto acustico è in grado di dimostrare che l'attività esaminata non sarà fonte di disturbo per il vicinato, in virtù del fatto che sono state attuate tutte le precauzioni necessarie, a garanzia del fatto che il suo impatto sonoro sulla zona sarà inferiore ai limiti di legge. La relazione conclusiva rappresenta il punto di arrivo dello studio condotto dai tecnici, che include:

• misure fonometriche per la zonizzazione acustica,

• analisi delle sorgenti sonore;

• studio di fattibilità di bonifiche acustiche;

• studio delle possibili migliorie del progetto di bonifica acustica

 

Lo staff dell’azienda VIELLE Acustica di Busto Arsizio, in provincia di Varese, mette a disposizione dei cittadini delle province di Monza e Brianza, Milano e Varese la propria esperienza e competenza tecniche al fine di effettuare tutte le misure fonometriche, i calcoli e le considerazioni che permettano di valutare l’impatto del rumore generato da qualunque genere di attività e/o impianto, al fine di contenerlo nei limiti di legge. I tecnici di VIELLE Acustica sono in grado di indicare in che modo ottimizzare le risorse a disposizione e intervenire sulle opere al fine di farle rientrare nel pieno rispetto dei limiti previsti dalla legge in relazione a fasce orarie, tipologia di attività, logistica, con interventi di insonorizzazione, bonifica acustica, erezione di barriere antirumore, eccetera.

VIELLE Acustica è attiva nel settore degli studi di fattibilità, dei progetti di bonifica e insonorizzazione, dell’assistenza all'autocertificazione in caso di valutazione impatto acustico rilievo vibrazioni, certificazioni energetiche, monitoraggio inquinamento ambientale, con la possibilità di offrire perizie e consulenze di parte in caso di vertenze giudiziarie o extra-giudiziarie. VIELLE Acustica opera in particolare nelle province di Milano, Varese (Busto Arsizio, Varese, Gallarate, Tradate, Somma Lombardo, Malnate, Saronno, Cassano Magnago, Samarate, Caronno Pertusella, Lonate Pozzolo, Sesto Calende, Cardano al Campo, Luino, Castellanza, Gerenzano, Vedano Olona, Marnate, Venegono Superiore, Vergiate, Gorla Minore, Castiglione Olona, Cislago, Arcisate, Gavirate, Besozzo, Laveno-Mombello, Uboldo, Induno Olona, Cairate, Origgio, Olgiate Olona, Fagnano Olona), e Monza e Brianza (Monza, Carate Brianza, Arcore, Bovisio-Masciago, Biassono, Bernareggio, Nova Milanese, Seveso, Cornate d'Adda, Cesano Maderno, Limbiate, Brugherio, Vimercate, Giussano, Muggiò, Meda, Usmate Velate, Besana in Brianza, Seregno, Lissone, Desio, Lentate sul Seveso, Concorezzo, Agrate Brianza, Villasanta, Varedo).

 

Siamo associati con...