L’amianto e la legge italiana

Il bando dell’amianto in Italia risale al 1992, con l’approvazione della legge n. 257 del 1992 che ha stabilito termini e procedure per la dismissione delle attività inerenti estrazione e lavorazione di asbesto, e si è diffusamente occupata della tutela dei lavoratori esposti all'amianto, a cui è stata riconosciuta una rivalutazione contributiva del 50% ai fini pensionistici. A questa prima normativa ha fatto seguito il decreto interministeriale del 27 ottobre 2004, adottato ai sensi dell'art. 47 della legge n. 326 del 2003, che ha tra le altre cose ridotto la rivalutazione contributiva al 25%, limitando tale beneficio ai soli fini della misura della pensione e non più per la maturazione del diritto.

amianto.jpgamianto1.jpgamianto2.jpg

Siamo associati con...